Come ti lavi i denti?

Consigli per un sorriso bianco e sano

Lavare i denti nel modo corretto non serve solo ad avere un sorriso più bianco e un alito fresco, ma è fondamentale per rimuovere la placca: uno strato sottile di batteri che si deposita sui denti provocando carie e problemi alle gengive.

Lavarsi i denti correttamente per soli due minuti, tre volte al giorno (dopo i pasti) contribuisce all’eliminazione della placca batterica da denti e gengive.

Innanzitutto è importante la scelta dello spazzolino, che deve essere il modello più adatto alle proprie esigenze: di solito si consiglia l’uso di uno spazzolino medio o morbido, che non danneggia le gengive,  e di sostituirlo almeno ogni tre mesi o quando le setole iniziano a deformarsi.

Riguardo al dentifricio non servono particolari indicazioni, è infatti il movimento corretto dello spazzolino che igienizza la bocca!

Ma come si lavano i denti nel modo corretto?

Le parti dei denti da lavare e spazzolare sono cinque: la zona esterna e interna del dente, la zona occlusale, la zona interprossimale destra del dente e la zona interprossimale sinistra del dente.
Bisogna spazzolare dalle gengive al dente, questo movimento, chiamato tecnica a rullo, va effettuato partendo dalle gengive e andando verso l’alto (quando si tratta dell’arcata inferiore), e dall’alto verso il basso (quando si tratta dell’arcata superiore) effettuando dei cerchi sulla superficie del dente.

Spesso i lati del dente che confinano con gli altri denti  non vengono spazzolati nel modo corretto perché si tratta di zone più difficili da raggiungere con lo spazzolino, è invece molto importante fare attenzione anche a queste in quanto è più facile che proprio lì si depositino residui di cibo, provocando carie.
Per una pulizia più completa, anche le zone interdentali, bisogna utilizzare il filo interdentale.

Se segui questa routine di igiene dentale avrai un sorriso più bianco e più sano, non dimenticarti però che l’igiene orale quotidiana non basta: la pulizia con lo spazzolino non riesce a eliminare placca e tartaro nascosti sotto la gengiva o negli spazi difficilmente raggiungibili dallo spazzolino.

Per questo motivo ti consigliamo un trattamento di pulizia dei denti, almeno una volta ogni 6 mesi.

GLI AGENTI RIVELATORI DI PLACCA

Può esservi difficile riconoscere la placca batterica sui denti se non avete l’ “occhio clinico”. A questo scopo esistono agenti rivelatori di placca, che colorano temporaneamente e selettivamente la placca presente in bocca.

I rivelatori di placca possono essere usati prima di spazzolino e filo, per evidenziare le zone da detergere oppure dopo, per verificare che la tecnica di igiene eseguita sia stata adeguata.

Come si utilizzano

1. Sono presenti in commercio in forma di pastiglie o soluzioni, queste ultime più efficaci.
Masticare una pastiglia fino a scioglierla completamente o mettere alcune gocce di soluzione sotto la lingua.
2. Distribuire bene il colorante in tutta la bocca.
3. Sciacquare la bocca con poca acqua.
4. Controllare le superfici dei denti davanti ad uno specchio.


5. Le zone colorate sono quelle in cui la placca è presente. Passare in queste zone lo spazzolino, il filo o lo scovolino fino a che il colorante non scompare.

Per avere maggiori informazioni su come lavare i denti nel modo corretto e per richiedere un trattamento di pulizia dei denti chiamaci o scrivici una mail.

Telefono: 0341 286137

Per maggiori info, scrivici:



Did you like this? Share it!

0 comments on “Come ti lavi i denti?

Comments are closed.

Open chat
Serve aiuto?
Ciao, come posso aiutarti?